I corsi

È DISPONIBILE IL BANDO PER IL PROSSIMO BIENNIO

Il calendario degli studi dell’Istituto per la formazione al giornalismo va da novembre di ogni anno al maggio-giugno dell’anno successivo. Ogni corso dura un biennio. I corsi sono a tempo pieno, frequenza obbligatoria e numero chiuso.

La didattica della scuola si basa su una fase propedeutica – all’inizio di ogni biennio, che occupa i primi tre-quattro mesi della scuola – e su laboratori, in un modulo che alterna in ogni settimana tre giorni di attività pratica a due giorni di lezioni teoriche.

L’Ifg edita quattro diverse testate: il Ducato, quotidiano online e periodico cartaceo, l’agenzia stampa Ducato Notizie, il periodico di approfondimenti radiofonici Radio Ducato e Il Ducato Tv, contenitore di programmi televisivi.

Grazie agli strumenti e alle lezioni teoriche della scuola, gli studenti gestiscono tutte le fasi di produzione delle testate. Inoltre gli alunni della scuola gestiscono i profili social legati alle testate del Ducato (Facebook, Twitter e dal 2019 anche Instagram, oltre a un canale YouTube), sviluppando così una competenza chiave per il mondo del lavoro, usando nuovi linguaggi indispensabili per il giornalista di oggi.

Attenzione particolare è rivolta all’etica professionale, anche con frequenti analisi dei media allo scopo di rilevare le differenze tra teoria e pratica, con un occhio soprattutto alle omissioni e alle parzialità. L’etica si insegna non tanto su un piano teorico, ma con l’esame dei casi concreti.

Nei giorni non dedicati alla produzione delle testate della scuola, giornalisti o esperti di particolari settori tengono seminari teorico-pratici dedicati a vari argomenti. Fra quelli trattati: cronaca cittadina, giudiziaria, sindacale, locale, parlamentare, sportiva, giornalismo dei dati, giornalismo free-lance, tv pubblica e privata, ufficio stampa, grafica, fotografia, editoria multimediale, linguaggio del giornalismo anglosassone. Tutte queste competenze sono poi calate nella quotidianità delle attività produttive.

Non può mancare a un giornalista una buona cultura generale e le conoscenze specifiche necessarie per questo lavoro- Si spiegano così i corsi di diritto pubblico, costituzionale, amministrativo, dell’informazione, procedura penale, economia e statistica, geografia politica, informatica, ordinamenti professionali, storia del giornalismo, storia contemporanea, sociologia della comunicazione, istituzioni internazionali, politica internazionale e geopolitica, fotografia, dizione.

Le lezioni di inglese, lingua obbligatoria, sono tenute da docenti del Centro linguistico interfacoltà dell’ateneo. Così come quelle di francese, tedesco o di altre lingue straniere a scelta.