Economia

“Mi fidavo di Banca Marche, ho perso 130.000 euro: erano i risparmi di tutta la famiglia” – VIDEO

La testimonianza di un obbligazionista di Urbino che ha visto andare in fumo i guadagni di una vita. “Mi avevano garantito un prodotto sicuro”

L’ASSEMBLEA DEI DIPENDENTILavoratori sono i primi truffati. Vogliamo dimissioni vertici
IL DOCUMENTOLa lettera del direttore generale all’azionista
LE VITTIME DEL CRACAzionisti e risparmiatori: “Pronti a fare causa”
IL TERRITORIOSe crolla la Fondazione Pesaro a rischio un sistema
TIMELINELa cronologia del fallimento: dal buco di bilancio alla “bad bank”
Da venerdì 18 dicembre in edicola sul Ducato le storie di chi ha perso i propri risparmi dopo il crac di Banca Marche


Banca Marche, l’assemblea di Dipendiamo. Forlani: “Lavoratori primi truffati. Vogliamo le dimissioni dei vertici”

In cinquecento tra azionisti, obbligazionisti e dipendenti di BdM hanno partecipato all’incontro. Il presidente dell’associazione Forlani ha denunciato come la dirigenza abbia nascosto le proporzioni del disastro immimente agli stessi impiegati
IL DOCUMENTOLa lettera del direttore generale all’azionista
LE VITTIME DEL CRACAzionisti e risparmiatori: “Pronti a fare causa”
IL TERRITORIOSe crolla la Fondazione Pesaro a rischio un sistema
TIMELINELa cronologia del fallimento: dal buco di bilancio alla “bad bank”








Aumentano le morti bianche a Pesaro e Urbino. Diminuiscono gli infortuni sul lavoro

Nelle Marche nei primi nove mesi del 2015 sono stati trenta gli incidenti mortali, di cui sei nel territorio provinciale. L’anno precedente erano stati 21 in regione e tre in provincia. Gli incidenti passano da 14.496 rilevati tra gennaio a settembre 2014 ai 14.172 dello stesso periodo del 2015. Dati che si rivelano purtroppo in linea con quelli nazionali pubblicati dall’Inail che ha registrato nello stesso periodo 102 vittime in più rispetto al 2014



Fusione Urbino-Tavoleto, un guadagno da 13 milioni in 10 anni

Il 13 dicembre ci sarà il referendum consultivo per capire se i cittadini dei due comuni sono d’accordo con il progetto. Il voto non è vincolante: sarà la regione Marche a decidere se la fusione ci sarà o no. Nel caso in cui l’incorporazione dovesse andare in porto, la città ducale guadagnerebbe circa 1,3 milioni di euro all’anno di contributi straordinari fino al 2026, il 6,23% del finanziamento del bilancio corrente 2015
L’ESPERTO Prof. Gnes: “Ecco cosa cambia”
VOX Tavoletani incerti: “Decideremo il giorno del referendum” (VIDEO)